Oktoberfest 2015: la presenza (non irrilevante) dei migranti

oktoberfest-2015 logoFischio d’inizio per l’Oktoberfest 2015, sabato 19 settembre, quando il sindaco di Monaco Dieter Reiter, alle 12 in punto, ha alzato il primo boccale, dando il via al 182esimo appuntamento della tradizionale festa della birra.

Quest’edizione, però, oltre ad essere leggermente più cara rispetto a quella dell’anno scorso (QUI è possibile consultare i prezzi ufficiali), presenta una particolarità non irrilevante: la presenza in città dei rifugiati siriani e afghani.

Oktoberfest 2015: il numero degli rifugiati in continuo aumento

Secondo la polizia locale, nelle ultime settimane sono arrivate più di 20mila persone alla stazione centrale di Monaco, chiedendo asilo, di cui circa 13mila solo nella giornata di sabato 13 settembre. La patria dell’Oktoberfest, infatti, è la prima grande città tedesca lungo la rotta balcanica: i treni, partiti dall’Ungheria, attraversano l’Austria e arrivano in Germania con numerosi gruppi di migranti.

Un problema, questo, non del tutto irrilevante, se si considera il fatto che la maggior parte di queste persone è musulmana, quindi non abituata a vedere una folla di ubriachi che vagano per strada sbandando a destra e a sinistra, cantando allegramente e vestiti con gli abiti tradizionali bavaresi. Come ha dichiarato il ministro degli Interni bavarese, Joachim Herrmann: “Il nostro obiettivo è quello di separare i differenti gruppi per far sì che non si verifichi alcuna situazione di conflitto”.

Oktoberfest 2015: birra vs migranti

Oktoberfest 2015Per evitare qualsiasi tipo di problema e sconveniente, i visitatori che arrivano per la birra sono indirizzati verso il lato sud della stazione, mentre i migranti verso quello nord, dove trovano i volontari pronti di accoglierli con cibo e beni di prima necessità. Il problema, almeno in parte, sembra essere gestito in modo ottimale, considerando anche quanto confermato dalle forze dell’ordine. Sembra infatti che, nel capoluogo bavarese, durante questo primo weekend, sono arrivati flussi costanti di turisti, pronti a consumare litri e litri di birra e ad assaggiare le numerose specialità della cucina locale.

La situazione, però, non va presa sottogamba, considerando il fatto che la portavoce dell’amministrazione dell’Alta Baviera, Simone Hilgers, ha detto pubblicamente annunciato che le strutture di accoglienza sono letteralmente al limite.

Emergenza, questa, che va risolta in fretta, visto che il cuore della Baviera è invaso da profughi che necessitano e meritano un aiuto concreto, e se da una parte deve rivelarsi pronto ad aiutarli, dall’altra deve focalizzarsi, come ogni anno in questo periodo, sull’Oktoberfest. Situazione sicuramente non facile per il comune, ma che verrà risolta nei migliori dei modi.

Oktoberfest 2015: live news sul nostro sito

oktoberfest 2015

Il vero e proprio “Prosit”, quindi, si avrà solo quando l’intera situazione sarà completamente sotto controllo.

Se avete in programma una visita alla festa, vi consigliamo vivamente di tenervi aggiornati sul nostro sito, su cui pubblicheremo, in tempo reale, tutte le news da Monaco. Nel frattempo, non vi resta che “studiare” la mappa del parco in cui si svolge l’evento e leggere alcuni consigli utili su come trascorrere al meglio la vostra visita all’Oktoberfest, con una cronaca minuto per minuto.

Leave a comment

XHTML: You can use these html tags: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Guided Tour of Munich

x
cookie

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.