Scopri tutti i festival

Oktoberfest

A partire da 65€

Guarda partenze

Cannstatter

A partire da 55€

Guarda partenze

Herbstfest

A partire da 40€

Guarda partenze

La doppia anima di Monaco

MarienplatzMonaco è una di quelle città che vanno viste. Un piccolo tesoro nella culla europea che non può essere evitata e che da parte sua sa offrire tanto, lasciando ancora trapelare l’antico splendore del periodo imperiale. Una città con la sua storia e la sua tradizione che sono sopravvissute nel tempo e che ora vivono fianco a fianco con nuove mode e nuovi ritmi di vita trasformando la città bavarese in una metropoli moderna sia dal punto di vista dell’economia che dei servizi.

Monaco ha una bellezza dicotomica, che vive e respira di diversi stili in cui è evidente il segno del tempo che passa, imponendo una trasformazione e un adattamento, ai quali è però riuscita a rispondere perfettamente.

I monumenti che si possono ammirare sono molteplici e richiedono come minimo un paio di giorni per vederli tutti. La miglior strategia è avere sottomano un buon itinerario e una mappa mentale di tutte le cose che si possono visitare. Il viaggiatore più intraprendente può usare la tecnica del girovagare e fermarsi dove si vede qualcosa di maestoso, ma rischia così di cadere nel superficiale senza gustarsi appieno la bellezza della città.

Anche dalla nostra agenzia è offerto un tour guidato, che permettono di avere come minimo un’idea generale di tutte le offerte della città, che poi a seconda degli intessi e dei gusti possono essere approfonditi.

La Monaco storica

Il centro della città e la parte più tradizionale per così dire sono sicuramente da non perdere ed è fattibile in un pomeriggio, se armati di buona volontà e passo svelto. Tra le soste consigliabili abbiamo Marienplatz, le porte medievali, i Viktualienmarkt, la Konigsplatz, le pinacoteche, il castello di Nympheburg, il quartiere Schwabing, la via Ludwigstrasse, la Siegestor, l’università, la Feldherrnhalle, il Giardino inglese, la via Maximillianstrasse con il Landtag, il Teatro nazionale, la Residenza e il Deutsches Museum.

Una bella lista della spesa, indubbiamente, ma tutti questi monumenti sono stati e sono tuttora parte fondamentale della città che ne hanno fatto la storia continuando ad esserne attrazioni principali e richiamando gente da tutto il mondo. Se si ha tempo, consigliabile è anche una visita al castello di Nymphenburg, molto rinomato per i suoi bellissimi giardini dalla struttura simmetrica e la galleria interna di re Ludwig I, “la Gallerie delle bellezze”.

Ma come già anticipato la città di Monaco non si esaurisce qui. C’è l’altro lato della città, quello che è nato con il passare del tempo che ha richiesto diversi tipi di strutture. Si parla cioè della “nuova Monaco”, caratterizzata da un cuore moderno.

La nuova Monaco

Tra i punti fondamentali  abbiamo: Maximillianshofe/Marstallplatz, Max-Planck, Munchner Hypothekenbank, Nuova Pinacoteca, Pinacoteca delle Arti Contemporanee, Highlight-Tower, Munchner Ruck, Stadtgestaltung Petuelring con il parco, BMW e mondo BMW, area olimpica, Up-Town/o-2, chiesa del Sacro Cuore di Gesù (chiesa di culto cattolico straordinaria e unica nel suo stile, restaurata completamente in seguito al bombardamento del 1944), casa dell’architettura, sede della Mercedes, City Tower, Allianz-Arena, Bauereferat, Telekom e Suiss Re.

Per i più coraggiosi e per i più resistenti abbiamo anche Maxburg, le cinque Gallerie, nuovo edificio Dallmayr, Alter Hof e la sinagoga che sono certamente meritevoli di una sosta.

La città di Monaco è grande per cui non è possibile vedere tutto questo spostandosi a piedi, soprattutto se si ha un solo week end e oltre all’aspetto culturale si vuole lasciare anche spazio per rilassarsi e svagarsi. Si è in vacanza dopotutto, no?

Si scelga per cui un lato di Monaco che si predilige e ci si concentri su quello, ci si prenda una pausa alla Hofbrauhaus, anche questo parte fondamentale del turismo della città, e ci si fermi per un po’ al parco Inglese, vivendo il parco come lo vivrebbe un tedesco, usandolo cioè da valvola di sfogo. Ci si prenda anche il tempo per entrare nella Galleria delle Bellezze di Nymphenburg, lasciandosi emozionare dalla collezione di Ludwig I, così come al tempo aveva emozionato lui.

Monaco si è trasformata ed è stata al passo con i tempi, impiegando secoli per diventare la metropoli che è ora. Non si può pretendere per cui che noi riusciamo a stare al passo in una sola visita alla capitale bavarese per eccellenza.

Lascia un Commento

XHTML: Puoi usare questi tag HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

Visita Guidata di Monaco

x
cookie

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.