Dirndl e Lederhosen: i Costumi dell’Oktoberfest

costumi-okt

Scopri Tutti gli Abiti Bavaresi »

Trachten

E’ il tradizionale completo bavarese che ha ispirato un vero e proprio stile, una sorta di linea d’abbigliamento chiamata Landhausmode, ispirato dall’abbigliamento dei contadini, degli agricoltori e della popolazione rurale. La qualità dei tessuti è della decorazione identificava lo stato sociale di chi lo indossava. Ancora oggi c’è chi usa questo abbigliamento anche durante i matrimoni. Qui sotto trovate una descrizione delle due versioni, quella maschile, nella quale non può mancare la classica camicia e i Lederhosen, i pantaloni in pelle, e quella femminile con l’immancabile Dirndl.

Il Dirndl

Il Dirndl nasce nel XIX secolo come uniforme delle serve austriache. Nel 1870 però cominciò ad essere apprezzato ed usato anche dalla borghesia fino a diventare un abito di alta moda. Ad oggi esistono infatti versioni economiche ed altre invece molto più costose.
E’ composto nella parte superiore da camicia e corpetto, e in quella inferiore da gonna e grembiule.
Per tradizione, essendo in origine disponibili nel XIX secolo solo tinte naturali, la versione estiva e primaverile, fatta di tessuti più leggeri e con maniche corte, ha colori pastello e chiari, mentre quella autunnale ed invernale, a maniche lunghe e con tessuti più pesanti, si caratterizza anche per i suoi colori scuri. Grazie alle tinte artificiali, sono in commercio anche Dirndl di colori accesi e vivaci. Quando vedete una donna indossare il Dirndl fate attenzione…potrete infatti conoscere la sua situazione sentimentale; se il grembiule ha il nodo sul fianco sinistro, significa che la donna che lo porta è libera, se invece il nodo è sul lato destro rinunciate…è impegnata.

costume11. Parrucca: Se volete “tematizzarvi” ancora di più per l’Oktoberfest e i vostri capelli non vi soddisfano, perchè non munirsi di parrucca? In questo caso non può che essere bionda e con delle lunghe trecce.

2. Camicetta del Dirndl: Ovviamente non potete farne a meno, è la parte superiore del tradizionale completo e ne trovate di tutti gli stili, da quelle più classiche e con un taglio alto e più casto, a quelle più sexy e trasgressive.

3. Corpetto del Dirndl: Come tutti i corpetti vi stringerà in vita, e renderà la vostra silhouette più attraente ed elegante. In molti modelli è incorporato alla camicetta.

4. Gonna e grembiule del Dirndl: insieme alla parte superiore, gonna e grembiule completano l’abito tradizionale. Nel Dirndl tradizionale arrivano fino alle caviglie, ma oramai se ne possono trovare in centinaia di varietà!

5. Calze: Sono di solito di colore bianco, sembrano calzini, e la maggior parte includono un arco che si collega al Dirndl.

6. Scarpe: Se avete intenzione di indossare un Dirndl durante l’ Oktoberfest, è necessario assicurarsi di indossare scarpe comode. Sicuramente niente è sexy come un paio di scarpe col tacco, ma l’Oktoberfest è una festa, in un luogo enorme, e con centinaia di migliaia di persone…la comodità è indispensabile.

costume27. Il Trachtenhut: Il classico cappello alpino di feltro. Il modello ha origine nella regione tirolese delle Alpi. Di solito ha una fascia avvolta intorno alla base ed è ornato con pelo di camoscio, il celeberrimo Gamsbart, estratto dalla parte inferiore del collo dell’animale. Il Gamsbart è sostanzialmente un trofeo di caccia, e quindi maggiore è la sua lunghezza, maggiore l’abilità del cacciatore che lo indossa. Gli amanti del Tractenhut fanno collezioni di pin da attaccare ai loro cappelli. Sono sul mercato anche copie dalla forma originale ma fatte di finto feltro con un costo inferiore.

8. Camicia: con il lederhosen non si può indossare una camicia qualsiasi. Una classica e tradizionale camicia può essere in tinta unita bianca oppure con un motivo a quadri colorati. Con alcuni costumi la camicia viene venduta direttamente con il lederhosen.

9. Lederhosen: E’ il classico e tradizionale pantalone bavarese, un “must” durante l’Oktoberfest, da non confondere con il suo cugino bundhosen che è più lungo. Sono pantaloni particolarmente resistenti in pelle di capra (o vitello) con incorporate le consuete bretelle (Hosenträger). Nelle versioni più pregiate la pelle utilizzata può essere anche quella di cervo o camoscio. Nel XV secolo venivano indossati come indumento di lavoro principalmente in Germani, Austria, Trentino-Alto Adige e Svizzera.
Esistono tre versioni dei Lederhosen:

  • il kurze Lederhose, usato principalmente dai ragazzi, si distingue dagli altri perchè il pantalone termina sopra il ginocchio;
  • il Kniebundlederhose, il modello più diffuso che termina invece sotto il ginocchio;
  • il lange Lederhose che finisce alle caviglia.

La Messertasche, una tasca situata nella gamba destra, funge da fondina per il coltello.
Il colore tradizionale del Lederhose è chiaramente quello delle pelli del quale è fatto e quindi il marrone o il nero. Oggi però vengono realizzati anche in altri colori attraverso la conciatura della pelle, senza comunque discostarsi da colori naturali e tenui, quali ad esempio il grigio e il verde, specialmente in tonalità scure.

10. Calze: Sono le calze tradizionali bavaresi e coprono tutto il polpaccio, fatte di lana spessa, e spesso hanno un fiocco.

11. Haferlschuhe: Le scarpe tradizionali da indossare con i lederhosen sono chiamate Haferlschuhe, concepite originariamente come una scarpa da lavoro per il territorio alpino è diventato oggi un vero classico, anche grazie alla resistenza e alla stabilità, date dalla punta rinforzata e dalla suola chiodata. In Baviera è conosciuta anche come Bundschuh, mentre in Austria, è chiamata Schützenschuh. La leggenda narra che nel 1803 il calzolaio Franz Schratt creò l’Haferlschuhe ispirandosi allo zoccolo delle capre. Probabilmente l’origine è però ancora più antica.

Scopri Tutti gli Abiti Bavaresi »

Visita Guidata di Monaco

x

Informativa sui cookie

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.